• Commenti recenti

    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Gala-Vecchi Antonio su Lubamba, la showgirl che truff…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Riflessione di fine Agosto 2015

https://i0.wp.com/vistacamiseta.com.br/media/catalog/product/cache/1/image/9df78eab33525d08d6e5fb8d27136e95/w/a/watchman.pngQuando un sistema è marcio e corrotto nella sua essenza, tende inesorabilmente a far marcire e corrompere anche quegli elementi che nella sua struttura marci e corrotti non sono.
La contraddizione è che tale sistema si regge unicamente grazie a tali elementi; qualora venissero meno, il sistema imploderebbe, si annullerebbe in un miasma entropico.
Che cosa accadrebbe all’Italia senza persone oneste?
E’ un paradosso ma, in tale sistema, di fatto gli onesti mantengono i disonesti, quindi la messa in atto di concetti etici che nella morale comune sono definiti ‘Bene’, nutrono quello che nella morale comune viene definito ‘Male’.
A questo punto però una sequenza di domande mi sorge spontanea: Continua a leggere

Saracena, “l’acqua pubblica costa troppo poco”. Authority punisce comune virtuoso

Dal Fatto Quotidiano

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha multato Saracena per ilcosto dell’acqua applicato ai propri cittadini. Secondo il governo infatti, il costo dell’oro blu del comune in provincia di Cosenza  è troppo basso e così l’Authority ha chiesto al sindaco Mario Albino Gagliardi di adeguare il prezzo alle tariffe nazionali facendolo quintuplicare. Grazie al fatto che il paese alle pendici del parco del Pollino gestisce direttamente l’intero ciclo delle acque non affidandolo alla Sorical(e quindi alla Regione Calabria), la bolletta del servizio idrico oscillava da 26 centesimi per le fasce basse fino a un massimo di 90 centesimi per gli esercizi commerciali. Ma, stando alla delibera dell’Autorità, il sindaco Gagliardi dovrebbe applicare la tariffa di 1 euro e 40 centesimi. “Noi riteniamo che sull’acqua – spiega il primo cittadino – Nessuno ci debba guadagnare. Dicono che non siamo coerenti con il tariffario. Invece di premiare, il governo Italiano infraziona un piccolo comune che gestisce bene le risorse idriche, ha realizzato un modello che dovrebbe essere esportato negli altri comuni italiani e fa pagare l’acqua il giusto, non poco. Facciamo pagare solo i costi che l’ente affronta”. “Se io avessi fatto pagare l’acqua 600 euro a famiglia all’anno piuttosto che 170 euro non sarei stato punito. – conclude Gagliardi – È labuona amministrazione di questo stronzo di Renzi”   di Lucio Musolino

VIDEO

 

Sobrietà e Austerità

Commissione Ue diffida Italia: “Permetta di produrre formaggio anche senza latte”

Con questo mi si è dissipato anche l’ultimo dubbio. L’Europa se ne deve andare a fan cu5o…

L’esecutivo europeo chiede alla Penisola di adeguarsi alla normativa degli altri Paesi, dove l’industria casearia ricorre normalmente a succedanei come il latte in polvere. Coldiretti: “Siamo di fronte all’ultimo diktat dell’Europa, pronta ad assecondare le lobby che vogliono costringerci ad abbassare gli standard qualitativi”

LEGGI TUTTO

26.06.2015 Pensiero

Più passa il tempo e più mi viene detto che “noi siamo artefici del nostro destino”, sempre di più sono profondamente convinto che in realtà tutto sia predestinato e ci muoviamo nella vita come personaggi di un copione. L’unica libertà o illuminazione che ci viene concessa è rendercene conto e regolarci di conseguenza, un po’ come capita quando nei sogni ti rendi conto di sognare.
Tutto sommato è liberatorio.

«Paghe da fame». Addetti Itis in rivolta

I dipendenti della coop Kcs pronti a iniziative di protesta. La Confsal: «Per risparmiare si taglino gli stipendi dei vertici»di Giuseppe Palladini

LEGGI TUTTO

WikiLeaks: rivelati gli accordi segreti sul Tisa Ecco le future regole internazionali del mercato

Nei documenti riservati il funzionamento del futuro mercato dei servizi in base agli accordi tra 24 potenze mondiali. Liberalizzazione nei settori chiave: lavoro, sanità, ricerca scientifica, banche, finanza e trasporti

DI STEFANIA MAURIZ

LEGGI ARTICOLO

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 142 follower