• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

83/E: ULTIME NOVITÀ TASSAZIONE AGEVOLATA SUL LAVORO NOTTURNO

Per il momento conviene aspettare… (1)

La risoluzione 83/e dell’Agenzia delle Entrate, che prevede la tassazione agevolata per il lavoro notturno è stata emessa il 17 agosto 2010.

La scadenza utile entro cui le aziende devono predisporre le dichiarazioni per consentire ai lavoratori di presentare il Modello Unico è quella del 30 settembre.

Le complicazioni delle norme fiscali (credito di imposta ordinaria e debito di imposta sostitutiva) comportano in ogni caso l’obbligo per i lavoratori di pagare sanzioni ed interessi per il tardivo versamento dell’imposta sostitutiva.

I tempi estremamente ridotti, la complessità della materia ed il pagamento di oneri impropri (in particolare per i redditi 2008) hanno indotto i CAF di CGIL, CISL e UIL e la Confindustria a chiedere il rinvio della soluzione in sede di dichiarazione dei redditi 2011 (CUD 2011 redditi 2010 e 730 2011).

Ad oggi 3 Direzioni dell’Agenzia delle Entrate su 4 hanno risposto positivamente alla richiesta.

Stiamo aspettando giorno per giorno il parere dell’ultima Direzione che confidiamo sarà positivo.

In questo momento qualsiasi decisione comporta rischi e costi per i lavoratori che potrebbero rivelarsi inutili.

Per tutto questo la CGIL ed il CAF ritengono più opportuno non elaborare i Modelli Unico contando in una soluzione positiva della questione.

Nella peggiore delle ipotesi i lavoratori potranno sempre presentare, anche successivamente, istanza di rimborso all’Agenzia delle Entrate.

(1) In pratica chiedere un rimborso immediato a dei costi, se la richiesta dei Caf e Confindustria passa, tutto potrà essere fatto con la prossima dichiarazione dei redditi senza costi aggiuntivi
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: