• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Marcegaglia smentisce Berlusconi: la crisi continua….. se lo dice lei…..

SABATO, 25 SETTEMBRE 2010 – IL MESSAGGERO VENETO
Pagina 2 – Attualità
Marcegaglia: non stiamo affatto meglio di altri
Napolitano: coesione sociale a rischio. Epifani: subito un piano per il lavoro

di VINDICE LECIS

ROMA. Emma Marcegaglia smentisce il governo che diffonde messaggi ottimistici: «Quando si dice che siamo andati meglio di altri Paesi non è vero, siamo stati fortemente colpiti dalla crisi». Anche il presiente Napolitano mette in guardia dai rischi di rottura della coesione sociale e la Cgil con Epifani chiede un piano del lavoro.
L’uscita dalla recessione è vista questa volta con crudo realismo dalla leader confindustriale. Parlando agli imprenditori toscani, mette in guardia dalle facili illusioni: «C’è la sensazione che stiamo uscendo dalla crisi con una capacità di crescita inferiore alla media europea».
Certo, aggiunge, «il peggio è alle spalle», ma «siamo comunque in un quadro di incertezza: la visibilità che abbiamo davanti è limitata e ci sono dati contrastanti. Il tema dell’incertezza è una costante con la quale dovremo continuare ad avere a che fare». Un’analisi severa, affiancata al fastidio verso il dibattito politico di questi mesi che ha ignorato, ad esempio, il problema dell’occupazione concentrandosi invece su altri problemi, come la «compravendita di parlamentari».
Un attacco duro al governo viene sferrato sul tema fiscale: «Chiediamo l’apertura di un tavolo per le tasse per portare a una riduzione della pressione fiscale a chi tiene in piedi questo paese: imprese e lavoratori». L’esecutivo sta «facendo invece una politica assolutamente contraria al mercato». Critiche che suscitano la risposta irritata del ministro Brunetta che ripete il leit-motiv del governo. «L’Italia meglio di altri Paesi».
Il presidente Napolitano, in un messaggio alla Marcegaglia mette invece in guardia da nuove relazioni industriali viziate da «tentazioni protezionistiche» e scarsamente attente «alla tutela del lavoro e dal rispetto della persona umana».
Il tema del lavoro è al centro della presa di posizione di Guglielmo Epifani. Il segretario generale della Cgil, parlando a una manifestazione di delegati della scuola e del pubblico impiego, chiede un piano straordinario per l’occupazione e al governo una svolta radicale nella politica economica e sociale del Paese. «I dati Istat – afferma Epifani – contrariamente a quello che pensa il ministro Sacconi non sono buoni, così come non aiuta l’emergere di nuovi casi di crisi aziendali che si sommano agli altri, come Fincantieri e ai tagli in tutte le pubbliche amministrazioni».
Il leader della Cgil chiede a Cisl e Uil di accettare il voto per le Rsu nel pubblico impiego e accusa il governo di aver fatto solo tagli e aver indebolito il welfare e l’apparato industriale. Infine, una critica alla Fiat: «Procede sulla sua strada, ma non è un bel procedere». Secondo Epifani questa una strada che ha «uno sbocco difficoltoso e non quello che serve ai lavoratori e alla stessa Fiat». «Quando non si vuol fare l’accordo anche col più grande sindacato – ha detto Epifani, riferendosi alla vicenda Pomigliano – poi si determinano problemi e reazioni». Quanto al rischio che il “modello Pomigliano” possa estendersi ad altre aziende, Epifani ha detto: «Ci sono molte imprese che non ci pensano proprio, ma soprattutto nelle multinazionali, senza un problema di mercato interno, la questione potrebbe riproporsi e per questo siamo contrari alle deroghe».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: