• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

LSU, anche San Canzian chiede il finanziamento per 4 posti.

MARTEDÌ, 09 NOVEMBRE 2010 –IL PICCOLO

Pagina 10 – Gorizia

SAN CANZIAN. LAVORI SOCIALMENTE UTILI: RICHIESTE ALLA REGIONE

Quattro posti in Comune per i cassintegrati

SAN CANZIAN Sono quattro i progetti per fornire altrettante possibilità d’impiego e integrazione del reddito a lavoratori in cassa integrazione e mobilità  che il Comune di San Canzian d’Isonzo presenterà  quanto prima alla Regione. Rispettando gli impegni già assunti all’inizio dell’anno, quando però il sostegno ai lavori socialmente utili da parte della Regione aveva subito uno stop, l’amministrazione comunale ha aderito subito al rilancio degli Lsu.

Alla Regione l’ente locale presenterà  quindi i progetti utili a garantire un lavoro, seppure temporaneo, di archiviazione nell’area amministrativa, di autista di scuolabus, di operaio manutentore, di operaio specializzato, per manutenzione verde e strade, e sempre di archiviazione ma nell’area tecnica. Si tratta quindi di inserimenti in grado di potenziare alcune aree della macchina comunale e, in generale, l’attività dell’ente.

Come dimostrato dall’esperienza di Monfalcone, gli Lsu si sono dimostrati davvero “utili”, sia per i lavoratori, che possono contare su un’integrazione del reddito, sia per per il Comune, che riesce a dare corso a progetti altrimenti irrealizzabili con le proprie risorse di personale. Come già avvenuto nei primi bandi per gli Lsu, la Regione sostiene l’80% della spesa, mentre il restante 20% è a carico del Comune. Quello di San Canzian ha ritenuto di dovere e poter affrontare la spesa, che in totale si aggira sui 6.400 euro, e per ora, comunque, rimane una previsione di uscita nel bilancio 2011.

I quattro posti di Lsu saranno infatti attivati, se la Regione accoglierà  i progetti che vanno presentati entro la fine del mese. Già nel bilancio 2010 l’amministrazione locale aveva comunque inserito le risorse necessarie ad aprire un bando per lavori socialmente utili nel caso in cui la Regione avesse rinnovato l’impegno su questo fronte. Com’è avvenuto, ma non in tempo per poter dare seguito all’impegno entro la fine di quest’anno.

Per quanto possibile, la giunta Caruso si è però già mossa in funzione “anti-crisi” a esempio con il bando aperto per trovare il personale necessario a svolgere il servizio di preaccoglienza. Con il bando aveva l’obiettivo di fornire un’occasione di occupazione innanzitutto ai lavoratori in cassa integrazione ordinaria, straordinaria e in deroga e in mobilità e alle persone in lista di disoccupazione. (la. bl.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: