• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

    • Nessuna

Poliziotto scrive a studente, ‘siamo con voi’

Caro Gasparri, leggi (o fatti leggere da qualcuno) e fanne tesoro…sempre se comprendi che tipo di tesoro s’intende

Questa è un’ANSA di ieri, nella web page dell’agenzia non compare nemmeno l’articolo ma solamente un piccolo titolo. Io credo sia una notizia molto importante, che merita una grande visibilità ed inoltre l’iniziativa nasce in regione, a Trieste.

C’è bisogno di tanta volontà e di un comportamento coerente per ricreare la fiducia.

Almeno la volontà qui si può riscontrare.

Dal profilo Facebook di Maurizio Cudicio

 


Lettera aperta, in piazza per consentirvi di manifestare

20 dicembre, 13:48

”Siamo con voi. Se siamo in piazza e’ per consertivi che il vostro diritto di manifestare sia rispettato”. E’ la ”lettera aperta” di un poliziotto – Maurizio Cudicio, della questura di Trieste – agli studenti che ”che mercoledi’ andranno in piazza”. ”Io poliziotto, sono figlio e padre, e quando finisco di lavorare torno a casa dalla mia famiglia”, scrive Cudicio nella lettera pubblicata sul sito Grnet.it, il ”portale di informazione indipendente del comparto Difesa e Sicurezza”(http://www.grnet.it/polizia-di-stato/97-polizia-di-stato/2198-studenti-in-piazza-il-22-dicembre-poliziotto-scrive-una-lettera-aperta-qsiamo-dalla-vostra-parteq.html). ”Mia moglie mi chiama al cellulare e mi dice di non fare tardi. Io la tranquillizzo e le dico che tornero’ prima possibile. Passano le ore e mi ritrovo in ospedale con la testa rotta. Studente, mi rivolgo a te, io sono consapevole che non sei stato tu, tu hai tutte le ragioni del mondo di manifestare per i tuoi diritti, ma quello che non sai forse e’ che noi poliziotti siamo con voi, siamo dalla vostra parte e non siamo contro nessuno”.

”Noi rappresentiamo lo Stato quando ci vedete in strada – continua la lettera – ma credimi siamo orgogliosi di farlo, amiamo il nostro lavoro ma siamo in piazza anche per voi. Per noi siete tutte persone che hanno diritto di manifestare e noi siamo in piazza perche’ questo diritto sia rispettato. Non siamo li’ per divertimento e facciamo di tutto, credimi studente, per evitare che qualcuno si faccia male. Certo gli ordini sono ordini e noi siamo obbligati ad eseguirli, ma sappiamo benissimo dove dobbiamo fermarci per il bene nostro e vostro. Abbiamo paura, si’ tanta a volte e in certi momenti forse sbagliamo, ma credimi, parlo con il cuore, quando ci troviamo tra due fronti, in mezzo alla guerriglia urbana e’ veramente dura”. Maurizio Cudicio ha creato un gruppo su Facebook, ”Movimento poliziotti” con il quale si propone di creare un punto di incontro fra cittadini e poliziotti.

http://www.facebook.com/pages/Movimento-Poliziotti/146865372025455

// <![CDATA[//

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: