• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Massa, il Prefetto e gli operai Eaton brindano al nuovo anno.

da IL TIRRENO

Capodanno in fabbrica per gli operai della Eaton

I lavoratori della Eaton, in mobilità dal 15 dicembre scorso, hanno brindato all’inizio del nuovo anno chiusi nella fabbrica che occupano da mesi, e assieme al prefetto di Massa Carrara Giuseppe Merendino.

MASSA.  I lavoratori della Eaton, in mobilità dal 15 dicembre scorso, hanno brindato all’inizio del nuovo anno chiusi nella fabbrica che occupano da mesi, e assieme al prefetto di Massa Carrara Giuseppe Merendino. 15 famiglie di operai hanno trascorso S.Silvestro in uno dei capannoni. Per motivi di sicurezza, raccontano, hanno preferito non essere in troppi e solo dopo la mezzanotte sono stati raggiunti da altri lavoratori che si sono voluti unire a quei colleghi che, con sacrificio, avevano deciso di non abbandonare il presidio neanche per l’ultimo dell’anno.

I lavoratori della Eaton hanno ricevuto dopo la mezzanotte anche la visita del prefetto, preoccupato per la permanenza degli operai nella fabbrica, ma deciso a portare il suo sostegno. «Abbiamo brindato alla fine di un anno nefasto – dice Giovacchino Pitanti, della Rsu Eaton – e adesso speriamo che il 2011 porti la reindustrializzazione dell’area».

La prossima settimana gli avvocati di Cgil, Cisl, Uil e Ugl invieranno alla Eaton, la multinazione statunitense di componentistica per auto che ha chiuso lo stabilimento di massa nel dicembre 2008 concedendo due anni di cig, i ricorsi contro i licenziamenti degli operai e la vertenza tornerà a discutersi in tribunale.

1 gennaio 2011

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: