• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Nucleare, Consulta: serve il parere delle Regioni

Plauso dei governatori alla sentenza.

Saglia: confermato l’impianto della legge

…sara’ quindi necessario un parere obbligatorio, seppure non vincolante, della Regione interessata…” Ma allora a che cosa serve? Che pagliacciata!

…Piu’ che soddisfatti i governatori interessati, a partire dal presidente della Puglia, Nichi Vendola…” Ma soddisfatti di che ? A me pare la solita fregatura.

Se casomai le centrali non si faranno sarà perchè non ci sono i soldi per farle, altro che referendum e ‘pareri obbligatori, ma non vincolanti’…

ROMA – Si complica ancora la strada del ritorno dell’Italia all’atomo. Dopo il via libera al referendum, la Corte Costituzionale ha bocciato parte del decreto attuativo della legge sul nucleare, imponendo un ”adeguato coinvolgimento” delle Regioni in cui si intende costruire una centrale.

Un giudizio cui, da Nord a Sud, hanno plaudito i governatori ma che non impensierisce troppo il governo, visto che, secondo il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, la sentenza conferma sostanzialmente l’impianto della legge. Accogliendo le obiezioni sollevate in un ricorso di Toscana, Puglia ed Emilia Romagna, la Consulta ha in particolare dichiarato l’illegittimita’ dell’articolo 4 del decreto attuativo della legge delega nella parte in cui non prevede che la Regione, prima dell’intesa con la Conferenza unificata, possa esprimere il proprio parere sul rilascio dell’autorizzazione unica per la costruzione e l’esercizio degli impianti nucleari. D’ora in avanti, in attuazione del principio di ”leale collaborazione” tra centro e periferia dello Stato, sara’ quindi necessario un parere obbligatorio, seppure non vincolante, della Regione interessata, distinto da quello degli altri enti territoriali espressi dalla Conferenza unificata. Piu’ che soddisfatti i governatori interessati, a partire dal presidente della Puglia, Nichi Vendola, avversario dichiarato del nucleare. Questo governo, afferma, e’ ”il piu’ centralista della storia dell’Italia, sbandiera un federalismo che al momento odora piu’ di secessione”. Contro l’atomo si schiera anche Enrico Rossi, governatore della Toscana, che scommette piu’ sulle rinnovabili che su ”una tecnologia vecchia e rischiosa”. Secondo il presidente dell’Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, la Consulta indica la via ”della concertazione e di un necessario coinvolgimento che fino a oggi e’ mancato. Mi auguro – ha commentato – che questa sentenza sia l’occasione per cambiare strada”. Anche secondo Legambiente la Corte costituzionale dimostra che ”la via decisionista non paga”, mentre preoccupate si dicono le imprese. ”Sui siti – ha detto il presidente di Assoelettrica Giuliano Zuccoli – confidiamo che ci possa essere un chiarimento perche’ bisogna arrivare a capire dove dobbiamo collocare le centrali italiane, superando la sindrome Nimby”, (not in my back yard, non nel mio giardino). Piu’ ottimista e’ invece Saglia che sottolinea come il parere delle Regioni non sara’ vincolante e come la Consulta abbia in realta’ confermato che ”l’impianto del decreto e’ valido” rigettando tutte le altre questioni sollevate. Il sottosegretario assicura infine che il governo punta ad ”un dialogo costruttivo con gli enti locali” e non ad imporre il nucleare ”manu militari”.

//

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: