• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Il disastro di Fukushima radiazioni come Cernobyl

Incidente nucleare innalzato al massimo livello. Nuova scossa sismica, centrale evacuata

TEPCO TEME RADIOATTIVITA’ PEGGIO DI CERNOBYL

Ecco è successo. Dopo plateali annunci che Fukushima non sarà una nuova Cernobyl e accuse di allarmisto e disinformazione mediatica a parte di certi giornalisti ci siamo arrivati.

E adesso che cosa faranno? Come fermeranno la nube radioattiva? Come decontamineranno il territorio? Raccontando altre balle probabilmente.

Adesso i sostenitori del nucleare se ne staranno un po’ buoni? Non credo.

Sin da quando ho iniziato a lavorare dei mastri di cantiere mi hanno insegnato: “ciò che fai devi poterlo disfare”, un nodo deve poter essere facilmente sciolto, un mobile facilmente smontato, in pratica bisogna avere il controllo sulle proprie opere.

Le reazioni nucleari ed i loro effetti sono incontrollabili.

E’ importante non avere la memoria corta, Fukushima non è un eccezione, negli ultimi anni, solo in Giappone vorrei ricordare che:

  • Il 30 settembre 1999 a Tokaimura, in Giappone due operai, per loro errore, vengono contaminati da uranio e muoiono. Altre 438 persone vengono contaminate.
  • A Mihama il 9 agosto 2004: Mihama, Giappone una fuga di vapore (270°C) provoca la morte di 5 operai e ne ferisce altri sette.
  • Il 16 luglio 2007, in seguito ai danni provocati da un terremoto (6,8 Richter) la centrale di Kashiwazaki-Kariwa, la più grande al mondo viene chiusa.
Per ultima cosa vorrei dire che la libertà di opinione non implica che due opinioni differenti debbano necessariamente porsi sullo stesso piano: se un nuclearista vince fa rischiare la pelle a tutti, se un anti-nuclearista vince non fa rischiare la pelle a nessuno. Vi pare che le due posizioni possano essere equivalenti?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: