• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

    • Nessuna

Nuovo incidente alla Saras, operai intossicati: uno è morto

E’ morto nella notte uno dei tre operai coinvolti in un incidente ieri pomeriggio nella raffineria di Sarroch. Aveva inalato ossido di zolfo mentre era impegnato in lavori di manutenzione. Nello stabilimento della Saras, il 26 maggio 2009, persero la vita tre operai, anche loro intossicati

CAGLIARI. E’ morto poco prima dell’alba nell’ospedale cagliaritano Santissima Trinita Pierpalo Pulvirenti, 25 anni, uno dei tre operai rimasti coinvolti nel pomeriggio di ieri di un incidente nella raffineria Saras di Sarroch, a circa 20 chilometri da Cagliari.

Tutto si è svolto in pochi attimi in uno degli impianti di combustione dei gas residui del petrolio. Una squadra della ditta Starservice, specializzata nella manutenzione di impianti di desolforazione, è stata investita da un getto di idrogeno solforato, fuoriuscito dall’interno di una colonna che i tre stavano per ispezionare. Drammatici i momenti successivi all’incidente, con l’arresto cardiaco di uno degli operai: le condizioni di Pierpalo Pulvirenti sono state definite da subito gravissime e disperate.

Meno preoccupante il bollettino medico del secondo operaio investito dall’idrogeno solforato, Gabriele Serrano, di 23 anni. Il terzo tecnico, Luigi Catania, 25 anni, è caduto da una scala nei momenti successivi all’incidente ed è ricoverato al Marino per una frattura alla gamba e con un forte trauma cranico.

Nello stabilimento della Saras, il 26 maggio 2009, morirono tre operai, anche loro intossicati, mentre effettuavano i lavori di bonifica di una cisterna. Gigi Solinas, 26 anni, si sentì male subito all’interno del serbatoio mentre Daniele Melis, 30 anni, e Bruno Muntoni, 56 anni, persero la vita nel tentativo di soccorrere il collega. Dopo una lunga inchiesta della magistratura è attesa la sentenza del processo penale il 16 maggio prossimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: