• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

    • Nessuna

ENERGIA: ACCORDO OGS PER BIODIESEL DA ALGHE MARINE

(ANSA) – TRIESTE, 28 APR – Iginio Marson, presidente dell’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale-Ogs, ha firmato un accordo quadro di cooperazione scientifica con l’Universita’ tecnologica nazionale (Utn) di Mar del Plata (Argentina), per la produzione di biodiesel da alghe marine. Lo ha reso noto l’Istituto triestino.

L’accordo e’ stato siglato nell’ambito della visita in Argentina di una delegazione italiana guidata dal ministro degli Esteri Franco Frattini, che ha incontrato il ministro degli Esteri argentino Hector Timerman al fine di riattivare la Commissione mista economica bilaterale.

Il progetto di collaborazione tra Ogs e Utn prevede la ripartizione degli ambiti di ricerca sulla base delle rispettive competenze. All’Ogs spettera’ il compito di selezionare ceppi di microalghe particolarmente adatti alla produzione del biodiesel. Oltre a cio’ i ricercatori di Trieste dovranno testare diversi protocolli sperimentali per individuare le condizioni di temperatura e luminosita’ piu’ adatte alla proliferazione delle alghe, studiando anche un terreno di coltura ottimale in cui questi organismi possano produrre quantita’ consistenti di acidi grassi da cui ricavare il biodiesel.

In seconda battuta i chimici del laboratorio triestino svolgeranno le analisi necessarie per individuare tipologie e quantita’ specifiche di ciascun acido grasso prodotto dalle alghe.

Agli argentini, invece, tocchera’ il compito di sviluppare una tecnologia per la produzione massiva (scaling-up) dei ceppi di alghe individuati in Italia, oltre alla sperimentazione di terreni di coltura alternativi, come l’utilizzo di residui cloacali, che permetterebbe di ridurre i costi di laboratorio riutilizzando prodotti di scarto ovviamente molto abbondanti e di facile reperibilita’.

Il biodiesel e’ un combustibile liquido, trasparente e di colore ambrato, che si puo’ ottenere da oli vegetali (colza o soia) alghe e grassi animali. Tra i vantaggi che comporta il suo uso: biodegradabilita’, buona resa energetica e buone prestazioni nei veicoli e negli impianti di riscaldamento. (ANSA).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: