• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

    • Nessuna

Attacco al videogioco con le famiglie gay “Minaccia l’educazione dei bambini”

Questo è meglio?

Questo è meglio?

Dagli ultrà cattolici anatemi su “The Sims”, che simula la vita quotidiana con episodi su coppie omosessuali e adozioni. Carlo Casini: “Da vietare ai minori”. Giovanardi e Buttiglione scomodano la Costituzione. Le associazioni: “Ridicolo, può accadere solo in Italia”

Sì è ridicolo, anche alla luce del fatto che per giochi che simulano situazioni di guerra reale in prima persona, snuff movies ed altre situazioni di violenza a volte assolutamente gratuita nessuna associazione ultra-cattolica o politicante si è mossa. Alcuni esempi?

GEARS OF WAR un gioco che ha come arma più rappresentativa un fucile d’assalto con motosega integrata, da usare per affettare a metà i nemici con grandi getti di sangue che imbrattano lo schermo…

GRAND THEFT AUTO: dove  il protagonista è  un criminale/mafioso/gangster, le pallottole si sprecano, e si può uccidere qualunque passante a piacimento in modo del tutto gratuito. Il gioco  ha spinto sul piede di guerra associazioni di genitori, avvocati e politici in tutto il mondo, ma non in Italia.

POSTAL 2 : Uno dei videogame più estremi e folli della storia Per fare un paio di esempi: si può dare fuoco alla gente o decapitarla con una pala e calciare via le teste, o utilizzare un gattino come silenziatore, infilandolo sulla canna del fucile a pompa. È stato bandito in vari paesi, ma non in Italia.

La lista sarebbe lunga parecchio. Ammetto che alcuni giochi del genere sono talmente grotteschi da rendere molto netto lo stacco dalla violenza reale — secoli fa a Doom ed Heretic ci giocavo anche io— ma che dire di quelli che propongono missioni in Iraq od Afghanistan?

Infine vorrei dire che con questo articolo non voglio difendere il gioco  “The Sims”. Anzi trovo veramente allucinante che giochi che simulano la vita reale abbiano un tale sviluppo: possono solo voler dire che sempre di più la vita reale è una vera m..da e che si completamente rinunciato all’idea di migliorarla almeno un pochino.

Annunci

Una Risposta

  1. Beh quando il tasso di disoccupazione giovanile raggiunge e supera abbondantemente soglie ridicole per un paese che dovrebbe far parte del G8, ai giovani cosa resta da fare se non giocare ai videogiochi? In effetti c’e’ sempre l’alcolismo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: