• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

    • Nessuna

Porto di Trieste: Come mai?

Negli ultimi giorni il porto di Trieste è  al centro di di una forte presa di posizione da parte dei lavoratori della Cooperativa Primavera.

Esercitanto il loro diritto di sciopero una trentina di lavoratori hanno completamente bloccato il porto, creando forti disagi alla città e mettendo in grave difficoltà autotrasportatori ed armatori. Pare però che non abbiano impedito ad alcun altro lavoratore di lavorare, se così voleva.

Sono già scattate le denunce della digos

Questa lotta presenta forti analogie con quella portata avanti a Milano dai trasportatori pubblici qualche hanno fa. Infatti i media non mancano di criminalizzare i lavoratori, mettendo il più possibile in evidenza i disagi creati e gli effetti ‘disastrosi’ della protesta.

Una mobilitazioni di tali proporzioni è da considerarsi più unica che rara a Trieste.

Quando ho letto una paio di articoli a riguardo, non ho potuto fare a meno di pormi una serie di domande:

  1. Come mai non si scrive dei motivi che hanno spinto i lavoratori ad una protesta così drastica? Non è che delle persone si svegliano di mattina e dicono ” Cosa facciamo oggi? Sai cosa ti dico, non ho voglia di lavorare, perchè non blocchiamo tutto per un paio di giorni? ” . Ho letto principalmente gli articoli del Piccolo, ma le motivazioni sono state appena accennate, ed in modo poco chiaro. A mio avviso le esatte richieste sarebbero dovute essere messe ben in evidenza e più volte ribadite ad ogni articolo. Anche un poco di empatia per lo stato d’animo dei lavoratori e delle condizioni in cui lavorano o dovranno lavorare sarebbe stata opportuna.
  2. Come mai questa notizia ha avuto un così scarso rilievo nazionale? Le Ansa e le principali testate nazionali non fanno che parlare della Fincantieri (che giustamente merita attenzione), ma non c’è un solo accenno a Trieste. Non mi sembra che il Porto di Trieste sia poi una realtà così irrilevante dal punto di vista nazionale.
  3. Come mai i lavoratori in protesta sembrano raccogliere così poca solidarietà? I media sembrano solidali, con terminalisti, con i camionisti, con gli armatori, con gli automobilisti…persino i gabbiani sembrano meritare di più.

Sinceramente spero che i lavoratori della Cooperativa Primavera la spuntino. A milano i trasportatori pubblici l’hanno spuntata, avevano un potere e giustamente l’hanno usato per sopravvivere. Di questa vittoria i media ne hanno parlato pochissimo. A questo punto mi viene un’ ultima domanda:

Come mai quando dei lavoratori che intraprendono una  linea dura riescono a vincere,  si cerca di far passare il più possibile la notizia sotto silenzio, mentre quando perdono o al limite pareggiano la notizia  viene sempre sbandierata in prima pagina?

Annunci

Una Risposta

  1. Oggi (25 maggio) alle 19.50 l’hanno spuntata ( o così sembra):

    ANSA 19:50 – porti: trieste; c’e’ accordo con lavoratori, scalo riapre

    (ANSA) -TRIESTE, 25 MAG – Sindacati e Autorita’ portuale di Trieste hanno sottoscritto un’intesa per i lavoratori dello scalo giuliano, facendo cosi’ rientrare lo sciopero. Domani l’attivita’ del porto tornera’ alla normalita’. L’accordo per le maestranze – hanno reso noto i sindacati – prevede che i lavoratori facenti parte delle cosiddette societa’ ”Articolo 16” in crisi potranno confluire all’interno delle societa’ ”Articolo 17”, salvo l’approvazione del Ministero. L’Autorita’ portuale si anche e’ impegnata a istituire un monitoraggio su orari e sicurezza dei lavoratori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: