• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

    • Nessuna

The Grudge

Mi ha colpito un  sentito commento che ho trovato sul blog di Grillo, vi ho trovato molta rabbia che mi pare stia fermentando sempre di più, in sempre più persone. In commento lo troverete in fondo all’articolo dopo alcune mie considerazioni.

Questa situazione è colpa del popolo? Forse, ma forse anche no, non del tutto almeno. Già da tempo mi sono accordo che molte iniziative e forme di lotta intraprese negli ultimi anni qui in Italia, laddove in altri paesi avrebbero sortito un certo effetto, qui sono state velocemente eclissate. Ignorate dai media (ammenochè non ci scappi il ferito o il morto ) snobbate dalle istituzioni, marce, scioperi, cortei, salite sui tetti, occupazioni, conferenze, sembrano scivolare via come gocce di pioggia.

“Noi andremo avanti” è la tipica sentenza che spesso i vari esponenti del governo usano come epitaffio…andremo anvanti per tornare indietro.

Il popolo ha un avversario molto insidioso,’ la casta’ ha lavorato decenni per instillare nell’inconscio italiano un certo tipo di mentalità ed ha sviluppato una serie di subdoli meccanismi per consolidarla.

Già da tempo ho avuto il sospetto che persino certi atteggiamenti passivi e non reattivi nei confronti della politica estera da parte dei governi passati, potessero essere funzionali ad instillare una ben precisa attitudine menteale nel popolo italiano: lasciar perdere perchè tanto non serve a niente.

Tuttavia mai come ora ho la sensazione che la situazione stia diventando insostenibile, la sfacciataggine con cui si propone la casta potrebbe persino arrivare a rompere gli schemi mentali inculcati in tanti anni di manipolazione.

C’è poco da recriminare, lo sto pensando io come lo stanno pensando molti altri, se normali forme di protesta non sortiscono nessun effetto che sia il momento di passare alle maniere forti?  Non riesco a dimenticare il panico nel volto dello strafottente La Russa per un paio di monetine lanciare da un gruppetto di manifestanti, in fondo nemmeno tanto numeroso.

Supponendo che i politici non siano dei completi deficienti (non tutti almeno) probabilmente ci hanno pensato anche loro, ma allora l’unica conclusione logica è che cerchino il conflitto sociale a tutti i costi.

Quello che non ho ancora capito è il perchè? Dare il colpo di grazia definitivo ad un popolo oramai in ginocchio? Perchè parliamoci chiaro il popolo non ha alcuna possibilità ora come ora contro esercito e polizia scatenati. Quello che mi chiedo è anche se alla fine di tutto, dopo che avranno ottenuto tutto quello che vogliono, dopo che saranno ben grassi, pasciuti, pseudo-potenti ed avranno sepolto tutto un paese in un mare di m..da tossica saranno veramente così soddisfatti? Che cosa resterà delle loro vite? Il bunga bunga?

Certo è che continueranno sempre su questa linea perche si sentono intoccabili, invunerabili. Controllano tutto, e si fanno leggi tali che è impossibile spodestarli con metodi democratici; in fondo non possiamo sceglierli direttamente e se non si dimettono non c’è niente che possiamo fare per costringerli.

Certo che iniziative estreme adottate in passato non è detto che funzionino.

Alla luce dei fatti,  mi viene anche da pensare che in fondo  sono degli essere alquanto fragili, potrebbe bastare molto poco per farli crollare (sto pensando sempre a La Russa). Se manifestare in piazza non serve, che sia il caso di manifestare davanti alle loro case? Oppure davanti ai palazzi di potere dove devono scendere dalle loro auto per andare a ‘lavorare’ (Uah ah ah)? Forse trovarsi dei manifestati a pochi metri di distanza potrebbe farli cadere dai loro piedistalli…forse

Per quanto riguarda una analogia scritta sul commento riportato di seguito, penso non siano paragonabili a maiali o scrofe,  un maiale quando è sazio riposa, una scrofa si prende cura dei cuccioli e non giurerebbe mai il falso sulle loro teste..

Commento di Maria Pia Caporuscio sul Blog di Grillo

Purtroppo non passa giorno senza che una nuova rapina, compiuta ai nostri danni da questa sporca classe dirigente, non venga a toglierci il sonno e farci ribollire il sangue.

Eppure non dovremmo meravigliarci più, perché consapevoli di essere governati dalla peggiore feccia della società. Ma di tutto questo la colpa più grande è da addebitare alla popolazione che continua, come nulla fosse, a chinare il capo, a piegarsi alle violenze e soprusi, continuando con un lavoro in nero e sottopagato, a foreggiare la mangiatoia dove queste scrofe si ingozzano fino a scoppiare, mentre essi che buttano il sangue dieci ore al giorno non hanno nemmeno il pane a sufficienza.

Lavorare a queste condizioni o incrociare le braccia non dovrebbe esserci troppa differenza. Possibile che le lotte sostenute dai lavoratori nei secoli passati non insegnano nulla?

Era proprio questo che i “padroni” volevano: cancellare ogni diritto, spaccare i sindacati e schiavizzare i lavoratori per poterli ricattare.

Abbiamo permesso che il sogno di questi vampiri si realizzasse.

Abbiamo consentito a uno di questi “padroni” di diventare il capo del governo consegnando il nostro Paese nelle mani di un imprenditore che ne ha fatto una propria personale azienda. Questo Padrone ha rifondato i feudi dove i suoi fedeli servitori spadroneggiavano per arricchirsi e arricchire il loro “Signore” mentre la popolazione, considerata alla pari degli asini da soma, pativa per fame e violenze.

Sono passati secoli da allora, ci sono state guerre e rivoluzioni per ribaltare queste forme di oscene dittature, ma a quanto pare non ci hanno ancora insegnato nulla. Questa cosa che chiamano “capitalismo” altro non è che la più distruttiva guerra contro l’umanità, promossa da uomini-lupi per disintegrare ogni forma di democrazia.

Però voglio urlare ai miei connazionali che non esiste guerra peggiore, non esistono miliardi che tengano contro un popolo in rivolta.

Non esistono eserciti capaci di fermare una popolazione incazzata!

Annunci

2 Risposte

  1. Caro Nick Carter, un’analisi lucida e completa la tua: fa paura quanto bene inquadri la realtà

  2. Credo che l’intera classe politica italiana altro non sia che un’allegra banda di figuranti(pagati da noi),ma controllati in tutto e per tutto da lobby finanziarie e industriali e dalla grande criminalità organizzata .Tutte le decisioni si prendono fuori dalle sedi istituzionali,e la stampa per farci credere il contrario ci bombarda con le solite balle spaziali.Comunque anche nel resto del mondo non se la passano troppo bene,vedi ad esempio negli USA dove le grandi corporation rappresentate dalla parte più reazionaria dei repubblicani dettano ordini ad Obama,il quale,poveretto, deve eseguire.La differenza che passa tra i politici degli altri paesi e quelli nostrani sta soprattutto nel comportamento.Mentre all’ estero i politici osservano un rigoroso “bon-ton”istituzionale,in Italia somigliano ad una sbracata compagnia di avanspettacolo di terza serata.La vita politica italiana mi sembra quasi un film con Alvaro Vitali(con tutto il rispetto per il buon Alvaro,che considero un’ottimo attore e una vera icona del cinema trash italiano),dove il politici di turno sembrano persone più avvezze a raccontare barzellette sconce,ruttare in ristorante,scorreggiare in ascensore o palpare il sedere alle signore,piuttosto che lavorare per migliorare il paese.Non mi dilungo sulla corruzione,sarebbe come sparare sulla croce rossa.Per quanto riguarda la loro sfacciataggine il loro senso di ivulnerabilità e intoccabilità e i loro deliri di onnipotenza penso siano frutto di un’uso smodado di quella poverina bianca che va tanto di moda in questo momento (mezza italia tira avanti così in questo momento,per questo tutti fanno gli splendidi/e).Non ho altro da dire,anche perchè i blog e i forum che trattano questi argomenti sono tantissimi e rischerei di scrivere cose già scritte da molti altri utenti del web.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: