• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Ambulanze, 37 addetti senza stipendio

Non lo percepiscono da giugno. I dipendenti di Croce Italia Marche sono pronti a fare sciopero

Follia nda…

 di Giuseppe Palladini, Il Piccolo

Le paghe di giugno e luglio non le hanno ricevute. Fra una decina di giorni dovrebbe arrivare quella di agosto, ma se così non sarà sono pronti a scendere in sciopero (garantendo comunque i servizi essenziali), nonostante ciò possa arrecare gravi disagi ai pazienti ricoverati negli ospedali cittadini e a importanti servizi sanitari.

I 37 dipendenti della Croce Italia Marche srl, società che garantisce il trasporto degli emodializzati e dei degenti per conto dell’Azienda sanitaria e del 118, alle promesse – fatte anche in sedi ufficiali – non credono più. Sono esasperati, al punto che alcuni di essi hanno già dato le dimissioni per giusta causa, cercandosi un altro lavoro.

L’altro giorno, nel corso di un’assemblea, il personale di Croce Italia Marche ha dichiarato lo stato di agitazione, in seguito al mancato rispetto degli impegni sul pagamento degli stipendi assunto dal direttore generale della società, in un incontro svoltosi in Prefettura lo scorso agosto. Allo stesso tempo i 37 dipendenti rivolgono un appello alla loro ditta e all’Azienda sanitaria affinché venga trovata una soluzione in tempi brevi.

«Se il nostro servizio per il trasferimento dei pazienti dovesse mancare – osserva un dipendente della società – con la carenza di posti letto che c’è negli ospedali non si potrebbe ricoverare più nessuno».

Nella vicenda interviene anche la Filt-Cgil: «La situazione si è ulteriormente aggravata nelle ultime settimane – si legge in una nota – in quanto le banche hanno bloccato i conti correnti dell’azienda, che a livello nazionale conta oltre 350 dipendenti e circa 200 collaboratori, 37 dei quali a Trieste».

La stessa Filt, assieme alla Funzione pubblica della Cgil, ha poi chiesto alla prefettura un nuovo incontro tra le parti. «Siamo molto preoccupati – sottolinea Renato Kneipp (Filt-Cgil) – perchè c’è il rischio che la gente un po’ alla volta se ne vada, come è già successo in alcuni casi».

Il problema degli stipendi non corrisposti mette in luce l’acuirsi di una situazione difficile i cui primi segnali si sono manifestati diversi mesi fa. «Da otto, dieci mesi – racconta Enrico, dipendente della Croce Italia Marche – le paghe non sono regolari, e negli ultimi tempi questi ritardi sono aumentati. Il 3 agosto – aggiunge – c’è stato in incontro in prefettura con il titolare della società e l’Azienda sanitaria, che non ha vigilato sui pagamenti. L’Ass ha anche garantito che lo stipendio di giugno sarebbe arrivato entro Ferragosto, ma fino ad oggi non è successo nulla. Molte famiglie sono già in gravi difficoltà per pagare i mutui, gli affitti e le bollette».

Questi ritardi nei pagamenti non riguardano solo gli stipendi ma anche i buoni pasto, e persino le attrezzature sanitarie e le spese per la manutenzione delle ambulanze. «I fornitori non vengono pagati dalla società – aggiunge Enrico – e così anche le scorte di materiale sanitario e di attrezzature iniziano a scarseggiare. Abbiamo problemi pure con le bollette dell’energia elettrica necessaria al funzionamento della nostra sede

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: