• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Verso il 1° ottobre, resoconto riunione Comitato “Dobbiamo fermarli” Monfalcone

RESOCONTO riunione autoconvocate/i di Monfalcone in preparazione dell’assemblea nazionale del primo ottobre a Roma delle e degli aderanti all’appello “Dobbiamo fermarli”.

Mercoledì 21 settembre, alle ore 20.30, presso la sede dell’Associazione “A Piena Voce” di Panzano – Monfalcone (Go), si è svolta la riunione locale autoconvocata delle e dei firmatari dell’appello nazionale “Dobbiamo Fermarli”, alla presenza di militanti sindacali appartenenti al sindacalismo di base e iscritte/i alla CGIL che non hanno condiviso la sottoscrizione dell’accordo interconfederale del 28 giugno scorso, unitamente ad attiviste/i del movimento No TAV.

La discussione ha registrato il consenso delle e dei partecipanti al documento nazionale e soprattutto ai cinque punti che ne sono l’ossatura:

1. Non pagare il debito. Colpire a fondo la speculazione finanziaria e il potere bancario.
2. Drastico taglio alle spese militari e cessazione di ogni missione di guerra.
3. Giustizia e diritti per tutto il mondo del lavoro. Basta con la precarietà.
4. I beni comuni per un nuovo modello di sviluppo.
5. Una rivoluzione per la democrazia.

In particolare rispetto al tema del debito e dello scontro di classe in atto in tutta Europa tra poteri delle banche e dei governi nazionali che operativamente stanno smantellando il sistema di garanzie dello stato sociale, dei diritti del lavoro e della partecipazione democratica, è stata condivisa la proposta che la riunione si costituisca in: Comitato “Dobbiamo fermarli”, in modo da dare continuità anche a livello territoriale alla lotta contro la crisi e chi l’ha generata.

Pertanto il Comitato esprime solidarietà ai lavoratori in lotta della Comedil – Terex ex Fantuzzi – Reggiane di Monfalcone in lotta per la difesa del proprio posto di lavoro, nonchè dei lavoratori Fincantieri alle prese con un piano di ristrutturazione e conseguenti esuberi, e sostiene le iniziative del movimento No TAV del FVG e del Comitato Contro il Centro Commerciale di San Canzian d’Isonzo.

Il Comitato guardando con fiducia alla piena riuscita dell’assemblea del 1° ottobre, che ormai ha superato le 1500 adesioni e si attiverà nei giorni precedenti e in quelli successivi, ad organizzare iniziative d’informazione sulla base della piattaforma nazionale, invitando al confronto le altre realtà presenti sul territorio, che muovono una critica al sistema capitalista e alle sue evidenti distorsioni sociali.

A tale proposito condividendo la proposta dei promotori dell’assembla nazionale di Roma che ha aderito alla manifestazione del 15 ottobre p.v. contro le politiche di austerity dell’UE lanciata dagli “Indignados” spagnoli, il Comitato si attiva da subito e con spirito unitario a trovare tutte le convergenze utili al fine di dare il massimo sostegno alla mobilitazione europea e alla partecipazione di una delegazione locale alla manifestazione nazionale.

Il Comitato “Dobbiamo fermarli” Monfalcone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: