• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Operai Fincantieri contro la chiusura di Sestri Levante

da Infoaut

altNei cantieri di Sestri Ponente (Genova) la battaglia degli operai della Fincantieri mantiene – anche lì, come sta avvenendo in altri stabilimenti – la sua duplicità di resistenza, contro l’accordo separato (non avallato e firmato dalla Fiom, contrariamente a quanto fatto dagli altri confederali, Uil e Cisl) e contro la chiusura del polo cantieristico annunciato dal gruppo Fincantieri per il sito ligure e per quello napoletano (Castellammare).

Sciopero e blocco del cantiere questa mattina a Sestri da parte operaia. Giornata nella quale si è tenuta pure un’assemblea sulla banchina dove si trova in costruzione l’ultima nave del cantiere, per la quale sono convenuti anche gli operai delle ditte dell’indotto, che si trovano e si troveranno nella stessa ed identica situazione di crisi comandata.

Fincantieri che nell’incontro concertativo che si è tenuto ieri a Roma ha di fatto confermato la volontà di dismissione rispetto alla vocazione crocieristica del sito genovese, rilanciando la cassa integrazione straordinaria per 741 lavoratori (accordo firmato da Uil e Cisl ma non dalla Fiom, che ha ribadito che sciopero e presidio proseguiranno anche domani 23 dicembre).

Lotta Fincantieri che riprenderà con la riapertura del cantiere ai primi di gennaio 2012, in mobilitazione anche per contrastare i 1200 esuberi dichiarati dall’azienza, che fanno ovviamente il paio con la cassa integrazione e quindi con la prospettiva di chiusura per lo stabilimento di Sestri Levante.

Importante sarà quindi fare attenzione al necessario fronte di lotta e conflitto da andare a riaprire urgentemente a partire dalla Fincantieri, perchè se le mobilitazioni di quest’estate erano state capaci di costringere l’azienda a rinviare l’annuncio della chiusura dinnanzi alla forza operaia espressa, oggi il problema si ripresenta uguale se non aggravato dalla crisi e dal ricatto padronale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: