• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Ilva: da cdm via libera a decreto

Clini: ‘Fondi per interventi di bonifica del sito’

ANSA: Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al decreto per l’Ilva di Taranto. Il ministro dell’Ambiente Corrado Clini ha annunciato che sono stati sbloccati i 336 milioni di euro necessari per gli interventi di bonifica del sito. ‘E’ un decreto che servea rendere disponibili le risorse e a semplificare le procedure per fare in modo che gli interventi previsti siano attuati in tempi certì. Applausi nell’aula del consiglio regionale in Puglia. DL PER AVVIO IMMEDIATO BONIFICHE – Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge per consentire l’avvio immediato delle bonifiche nelle aree inquinate nel sito di interesse nazionale di Taranto. In questo modo sono state individuate misure che, attraverso la semplificazione e l’accelerazione delle procedure, rendono rapidamente spendibili le risorse previste dal Protocollo d’intesa del 26 luglio. Lo annuncia una nota di palazzo Chigi. Durante il Consiglio si è ricordato che il Cipe oggi ha deliberato, tra gli interventi di manutenzione straordinaria del territorio, misure per il risanamento ambientale e la riqualificazione di Taranto, in particolare del quartiere di Tamburi. Il sito di Taranto è stato incluso nel Progetto Sentieri (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento), finanziato dal Ministero della salute e condotto sotto il coordinamento dell’Istituto superiore di sanità, Dipartimento ambiente e prevenzione primaria. Nel 2009, in proposito, il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie ha finanziato un ulteriore progetto, avviato nel 2010 ed ancora in corso, relativo alla “Sorveglianza epidemiologica di popolazioni residenti in prossimità di siti contaminati”, coordinato dall’Istituto superiore di sanità

ANCORA IN CORSO UDIENZA RIESAME SU RICORSI – Dopo una breve pausa di circa mezz’ora, è ripresa l’udienza dinanzi ai giudici del Tribunale del riesame di Taranto per discutere i ricorsi presentati dall’Ilva contro il decreto di sequestro di sei impianti dell’area a caldo e dei difensori di otto dirigenti ed ex dirigenti dello stabilimento arrestati il 26 luglio scorso. E’ in corso l’intervento del pm Giovanna Cannarile, che ha fatto seguito a quello del pm Mariano Buccoliero; poi toccherà al procuratore aggiunto, Pietro Argentino, ed al procuratore, Franco Sebastio. Quindi prenderanno la parola i sei avvocati del collegio difensivo. La conclusione dell’udienza è prevista in serata, mentre la decisione del Tribunale del riesame dovrà essere depositata entro il 9 agosto.

ILVA: TRIBUNALE RESPINGE ECCEZIONE PROCURA, UDIENZA PROSEGUE – Il Tribunale del Riesame di Taranto ha respinto l’eccezione sollevata dalla Procura in udienza con la quale si chiedeva ai giudici di decidere esclusivamente sui ricorsi riguardanti gli arresti di otto dirigenti ed ex dirigenti dell’Ilva, aggiornando l’udienza alla ripresa dell’attività giudiziaria (dopo il 15 settembre) sul ricorso presentato dall’Ilva contro il sequestro di sei impianti dell’area a caldo. L’udienza quindi prosegue. Ora è in corso una breve sospensione per consentire al collegio difensivo di esaminare ulteriore documentazione prodotta dalla Procura nel corso dell’udienza. Tra i documenti ci sono anche alcuni accertamenti eseguiti dai tre custodi nominati dal gip Patrizia Todisco per lo spegnimento degli impianti sequestrati. I tre custodi, tutti ingegneri, nominati per occuparsi delle questioni tecnico-operative, hanno preso possesso del loro> incarico lunedì 30 luglio.

CIPE: OK INTERVENTI RIQUALIFICAZIONE TERRITORIO – Il Cipe ha approvato , tra  gli interventi di manutenzione straordinaria del territorio, le misure per il risanamento ambientale e la riqualificazione di Taranto previste dal Protocollo d’intesa firmato il 26 luglio 2012 e relativo anche alla questione dell’ILVA; tra queste, interventi per il risanamento del quartiere di Tamburi.

RIESAME NON ACCOGLIE RICHIESTA PARTECIPAZIONE CODACONS – Non è stata accolta la richiesta del Codacons di partecipare al procedimento del Tribunale del Riesame di Taranto per il sequestro dell’Ilva e l’arresto di otto dirigenti ed ex dirigenti dell’azienda. Lo ha reso noto l’avvocato del Codacons, Bruno Leuzzi. Parlando con i giornalisti nel palazzo di giustizia di Taranto, l’avvocato ha spiegato che “il presidente del collegio ha posto delle obiezioni giuridiche alla nostra richiesta, ritenendo che non potessimo partecipare al procedimento come parte offesa”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: