• Commenti recenti

    Antonella su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Micaela su Come funziona il Lavoro Occasi…
    ilaria su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Albatro su Come funziona il Lavoro Occasi…
    giuseppe su Come funziona il Lavoro Occasi…
    Nick Carter su Sobrietà e Austerità
    biobba2013 su Saracena, “l’acqua pubblica co…
    studiocoppi su Sobrietà e Austerità
    Nick Carter su 26.06.2015 Pensiero…
    Albatro su 26.06.2015 Pensiero…
  • Categorie

  • Archivi

  • Più cliccati

Chi Siamo?

O meglio sarebbe dire chi sono, perchè sebbene nei primi mesi i vita questo blog ogni tanto aveva qualcuno al di fuori del sottoscritto a pubblicare qualcosa, ora ci sono rimasto solo io.

In ogni caso definire chi o che cosa si è non è non poi così semplice.
Mi limiterò quindi a riassumere la nostra storia.

Questo blog nacque nel novembre 2008 come Google Group, ma aveva un’altro nome, “Eatonite”. Nacque con un esigenza molto pratica, nel 2008 lo stabilimento Eaton di Monfalcone sospese le sue attività aprendo una procedura di cassa integrazione ad ore zero, per i lavoratori sorse quindi la necessità di avere un mezzo per tenersi aggiornati sulla situazione e comunicare tra di loro in modo efficace ed economico.

Il gruppo ebbe un successo al di là del previsto, gli iscritti aumentarono molto rapidamente, post e commenti non si limitavano a semplici comunicati sindacali, spesso contenevano link per altri articoli e materiale mediatico. Serviva più spazio è così si creò un vero e proprio blog: “Eatonite, uniti si vince” (maggio 2009).

Il blog ebbe una buona crescita, raggiunse in un’anno una media di 150 connessioni giornaliere. Si allacciarono contatti con altre realtà lavorative, si ampliarono gli orizzonti di discussione, si iniziarono ad elaborare strategie di lotta; personalmente amavo cercare e pubblicare notizie presso canali di informazione alternativa sia italiani che stranieri. Il blog riceveva spesso visite da ospiti esteri ( USA, Israele, Turchia, Polonia, Russia ecc.. forse tutti proxy, ma forse anche no) . Nacque anche un mensile formato .pdf.

Il novembre 2009 Eatonite venne chiuso per una serie di motivi che non starei qui a rispiegare, se qualcuno è curioso può documentarsi a questo LINK (articolo + commenti).

L’intero blog si è trasferito cambiando nome in “l’Eatoniano”.

L’Eatoniano ha continuato a vivere e crescere sino a marzo 2011. La visite medie  giornaliere sono arrivate a 500 con periodi di punta oltre le 10o0 connessioni. Questo grazie ad una serie di articoli molto pratici che fornivano risposte molto pratiche a chi ne aveva bisogno.

Tuttavia alla crescita del blog si è associato un altro fenomeno: mentre l’interesse generale e la partecipazione da parte dei lavoratori Eaton sembra siano  calati con il tempo, quello degli utenti esterni si è triplicato. Il blog quindi non può  più considerare alla stregua di una realtà circoscritta  ad una azienda o ad un territorio  locale.

Per questo e per altri motivi discussi sia QUI che in via privata io, come amministratore ho deciso di fare il passaggio ad una terza generazione rinominandolo “Il Lato Sinistro” (anche se questa volta l’indirizzo è rimasto lo stesso).

Di primo acchito può sembrare che l’impostazione politica sia la principale ragione del nome, ma in realtà l’idea mi è venuta da un libro che ho letto di recente “Disegnare con la parte destra del cervello” (che controlla la parte sinistra del corpo). In questo libro si insegnava ad usare facoltà mentali sopite nella nostra società, a vedere le cose da punti di vista diversi, a sviluppare il “pensiero laterale”.

Che cosa si fa su questo blog?

Beh, quello che si fa normalmente in un blog, si legge, si scrive, si discute, ci si informa.
Una volta gli utenti principali erano lavoratori colpiti dalla crisi e le tematiche principali erano a sfondo sindacale, lavorativo e sociale. Ma da quando la crisi è diventata uno status quo sono aumentati gli spazi dedicati ad attualità, cultura, svago, informazione ed un po’ di satira. Anche discussioni filosofiche sono gradite.

La linea editoriale del blog è semplice:

  1. tutti possono commentare liberamente
  2. chi vuole diventare autore (pubblicare articoli) ce lo faccia sapere mandando un commento con la sua e-mail ( wordpress.com funziona solo su invito)
  3. non mescolare articoli con commenti per evitare pasticci.
  4. evitare insulti e turpiloqui per evitare denunce. Se siete proprio arrabbiati camuffateli con puntini numeri o simboli tipo *, †, ☼, !!! ecc.
  5. Citare sempre la fonte quando si pubblica una notizia  o si copia un articolo da un altro sito o media.

6 Risposte

  1. Vorrei sapere quale differenza tra una cooperativa sociale e un cooperativa sociale onulus quale la più vantaggiosa ai fino fiscali?

  2. Ciao mi chiamo alice è da molti anni ormai che sono in italia ,e piano piano ho imparato ad apprezzarvi io la ringrazio tanto per i suoi consigli preziosi e mi scuso per gli sbagli in italiano (qualche parole sbaglio sempre) purtroppo nel mondo del lavoro a volte non è tutto chiaro la ringrazio infinitamente per questo spazio,che mi fa capire come stanno le cose GRAZIE.

  3. Grazie Mauro anche a nome mio🙂

  4. Interessante e ottimo!

  5. Beh, che dire? Mi sento onorato…grazie… e Juris!!!

  6. Ciao, mi chiamo Mauro e vi scrivo a nome della Commissione Lavoro degli Indignati, movimento sorto in seguito al 15M di Madrid di cui sicuramente avrete sentito parlare. All’interno di tale movimento abbiamo scelto di formare la suddetta commissione proprio perché riteniamo indispensabile ribadire il concetto di scontro fra capitale e lavoro e crediamo che la maggiore e vera indignazione si possa e si debba trovare appunto nei luoghi di lavoro. La nostra iniziativa, ovviamente, non è collegata ad alcun partito istituzionale e/o sindacato. Non ci fidiamo di nessuno se non di noi stessi lavoratori e studenti.
    Il nostro obiettivo è quello di dare massimo ascolto e solidarietà a tutte quelle realtà lavorative che versano in difficoltà e in situazioni critiche, e suggerire strategie di lotta e di agitazione, nonché ovviamente di unione.
    Ci vorremmo relazionare anche con voi in tal senso, e creare insieme un network in grado di allargare quanto più possibile tale grande “orecchio” di ascolto e “mano” di aiuto per tutte le realtà in lotta e in agitazione. Abbiamo già contatti con altri blog, come per esempio l’Isola dei Cassintegrati e i lavoratori indignati di Barcellona. Vi aggiungeremo ai nostri siti amici e vi terremo aggiornati circa le nostre attività.
    Certi di un vostro riscontro positivo, vi mandiamo i nostri migliori saluti.

    A presto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: